SEZIONI NOTIZIE

AIUTIAMO CARLO GIOIELLI.

di Redazione TuttoPotenza
Fonte: laredazione.eu
Vedi letture
Foto

Un accorato appello pubblicato su Facebook. Rimbalza dal profilo social di Carlo Gioielli, attaccante del Pomigliano, formazione che milita nel girone A di Eccellenza.

E in poche ore tutto il mondo del calcio ha fatto da megafono all’atleta, ricondividendo il post inerente la rara sindrome diagnosticata alla figlia di Gioielli.

«Ho bisogno di aiuto, vi spiego il motivo»

«Voglio usare questo social per un motivo diverso dal solito. Un motivo che in questi mesi ha stravolto la vita mia e quella della mia famiglia. Ho bisogno di AIUTO! Vi spiego il motivo».

Inizia così l’appello di Gioielli ai suoi amici, ai suoi tifosi, ai compagni di squadra, alla sua società. Un appello che, in men che non si dica, ha fatto il giro della Campania, arrivando ben oltre i confini regionali.

«Chiedo aiuto a chi ha studiato o ha avuto a che fare con la malattia»

«A mia figlia hanno diagnosticato una malattia autoimmune rara, chiamata sindrome di Rasmussen. Sono pochi i casi al mondo accertati. Interessa una parte del cervello ed è degenerativa».

Carlo Gioielli chiedi aiuto «solo a chi ha studiato questa malattia e concretamente abbia le dovute conoscenze in merito, anche se all’estero, non importa. Ripeto, chiedo aiuto non in modo generico, ma solo a chi ha studiato ed ha avuto a che fare con questa malattia. Solo questo. Se conoscete qualcuno che può REALMENTE aiutarmi, contattatemi».

La sindrome di Rasmussen

La sindrome di Rasmussen, detta anche encefalite subacuta di Rasmussen, è una rara malattia infiammatoria neuro-degenerativa. Si manifesta attraverso frequenti e gravi crisi epilettiche, portando alla perdita delle capacità motorie e del linguaggio, fino alla paralisi di un lato del corpo. Colpisce prevalentemente bambini dai tra i 5 e i 15 anni di età e le cause sono ad oggi sconosciute.

Diagnosi fatta in tempi strettissimi dai medici dell’ospedale Santobono

Dalle colonne web del quotidiano Il Mattino, Carlo Gioielli ha tenuto a ringraziare i medici dell’ospedale Santobono di Napoli: «Sono stati eccezionali, incredibili. Hanno diagnosticato la malattia in tempi ristrettissimi e questo è un grande vantaggio. Tengo a ringraziarli con tutto me stesso. Ho piena fiducia in loro».

La rarità della malattia non ha ancora portato a scoprirne una cura efficace. Al momento si usano terapie palliative per alleviarne i sintomi e le manifestazioni.

«Ci affidiamo ai medici, continuando a sperare nel miracolo – ha aggiunto il calciatore -. Io e mia moglie combatteremo oltre l’inimmaginabile per la nostra piccola».

Il tam tam dei social ha raggiunto lo scopo

Per una volta i social network danno prova di utilità. Già, perché nel giro di poche ore Carlo Gioielli ha tenuto a ringraziare tutti coloro che hanno fatto “rimbalzare” il suo appello, sottolineando pure che «si è mosso qualcosa. Tanti di voi hanno fatto sì che tanti professionisti competenti in materia mi hanno contattato».

Un primo passo che si spera possa tornare utile alla famiglia del calciatore e alla sua bambina in particolare.

Altre notizie
Sabato 06 giugno 2020
22:47 Primo Piano COSA BISOGNA ASPETTARSI DAL PROSSIMO CONSIGLIO FEDERALE? 22:39 Primo Piano Finisce "male" la manifestazione ultras tenutasi oggi a Roma al Circo Massimo 22:35 Primo Piano Potenza, la squadra attende l'esito del secondo "giro" di tamponi 22:29 Primo Piano Salvami Salvati Salvaci Salviamoci 22:24 Primo Piano ATTENZIONE! Non ci sono comunque ancora certezze che in Serie C i play off si giochino 22:21 Primo Piano Consiglio Federale, sul tavolo lunedì anche la proroga dei contratti fino al 31 agosto 22:14 Primo Piano Il Potenza deve avere pazienza ma gli allenamenti a breve riprenderanno 22:11 Primo Piano Monza, per la Serie B pronti circa 30 milioni di euro! 22:03 Primo Piano Potenza, facciamo ancora il punto su quelli che dovrebbero essere i play off prima del Consiglio Federale di lunedì 21:54 Primo Piano Potenza, il cronoprogramma delle partite sarà rigido prima, durante e dopo ogni match 21:50 Primo Piano Protocollo, la Figc detta la linea e dichiara guerra ai "furbetti" 21:44 Calciomercato Lara Palmegiani agente D'Angelo: "Sonny al Palermo? vi spiego come stanno le cose" 21:37 Primo Piano Caiata: "Abbonamenti al buio? ecco quanti ne abbiamo staccati fino ad oggi" 21:31 Calciomercato Bomber Picci inizia una nuova avventura con la United Sly Trani 21:22 Primo Piano Vergogna a Caserta: teppisti aggrediscono giornalisti con estintore e sedie 21:11 Primo Piano La Lega A boccia l'algoritmo in caso di nuovo stop 20:35 Primo Piano Pubblicato il protocollo attuativo per il calcio giovanile e dilettantistico 19:29 Fuori dal campo Aggiornameno Covid-19. Decimo giorno senza contagi. Un nuovo guarito
Venerdì 05 giugno 2020
22:10 Primo Piano Lions Cup Fifa 2020, niente da fare per il Potenza, la Sicula Leonzio vince le due partite 21:17 Primo Piano CERCHIAMO TE!