SEZIONI NOTIZIE

Rugby, CUS Potenza batte il Corato

di Redazione TuttoPotenza
Fonte: CUS Potenza Rugby ASD
Vedi letture
Foto

Vittoria sofferta per il CUS Potenza Rugby che a Ruvo di Puglia batte per 31 a 17 un ottimo Rugby Corato, che si è dimostrato avversario ostico e che si è mostrato cresciuto rispetto al match di andata. Lotito e compagni hanno avuto la meglio della formazione di casa al termine di un match dai due volti.

L’inizio è quanto mai difficile per un Potenza sceso in campo distratto, svogliato e senza grinta. Dopo solo 5 minuti i padroni di casa ne approfittano per andare a segno grazie al recupero di una palla vagante, 5 a 0. Nonostante la segnatura i leoni non reagiscono e continuano a giocare un rugby davvero brutto e il Corato ne approfitta per andare a segno all’8’, 10 a 0. Con la seconda segnatura subita i Cussini cercano di risvegliarsi ma le folate offensive sono sterili e il gioco in difesa continua a vacillare. Al 27’, ancora dopo il recupero di una palla vagante, il Corato riesce a schiacciare sotto i pali la palla del 17 a 0. La terza meta fa finalmente risvegliare l’orgoglio dei lucani che al 30’ vanno in meta con la veterana seconda linea Biagio Sampogna che finalizza una bellissima azione corale, Stefano Pergola, schierato per l’occasione all’apertura, trasforma la meta, 17 a 7. Ora il Potenza ci crede e prima dello scadere, grazie ad una bellissima percussione, il N. 8 Rocco Di Melfi schiaccia in meta, la realizzazione non viene trasformata e il risultato della prima frazione si chiude sul 17 a 12.

Nell’intervallo coach Passarella chiede ai suoi determinazione ma soprattutto cuore e grinta e i leoni rispondono presente perché al 45’ Stefano Pergola realizza la terza meta che egli stesso trasforma, portando così il risultato sul 17 a 19. Il Cus ormai è padrone del campo e comincia a martellare la difesa del Corato che non riesce ad arginare le folate dei nero verdi. Passano altri cinque minuti e l’estremo Giuseppe Mottola al 50’ marca la meta del bonus che Stefano Pergola trasforma; 17 a 26. Lotito e compagni dominano in lungo e largo sia nelle fasi statiche che nel gioco aperto e visto il caldo, cominciano a gestire gioco e forze. Prima della fine del match c’è tempo ancora una volta per Stefano Pergola di andare in meta, non trasformata, che fissa il punteggio finale sul 17 a 31.

Nonostante una partita sottotono, soddisfatto coach Giovanni Passarella “Abbiamo approcciato il match in maniera sbagliata e il Corato, cresciuto in questi mesi, ne ha approfittato per metterci sotto. Noi abbiamo avuto il merito di averci creduto e aver raddrizzato una partita che sembrava segnata. Il cuore gande dei miei ragazzi ci ha premesso di portare a casa una vittoria comunque importante per questo finale di campionato.”

Domenica prossima ci sarà il recupero della prima giornata di ritorno con il Rugby Rende non giocato lo scorso 27 gennaio per le cattive condizioni metereologiche. Il match con i calabresi sarà sicuramente difficile ma al tempo stesso interessante in cui Lotito e compagni vorranno continuare a regalare gioie e soddisfazioni a tutti i fan e sostenitori, BCC Basilicata in primis.

Questo il Potenza sceso in campo:

Mussuto (1) – Lombardi (2) – Esposito (3) – Mazzilli (4) – Sampogna (5) – Guerra (6) – Di Melfi (8) – De Vivo (7) – Lotito V. (9 - cap) – Pergola (10) – Scavone (11) – Lotito G. (12) – Ianniello (13) – Zaccagnino (14) – Mottola (15)

A disposizione: Gerardi D. (16), D’Andrea (17), Becce (18), Benedetto (19), Ligrani (20)

Risultati e classifica dopo la tredicesima giornata:

Amatori Rugby Bitonto – ASD Rugby Rende: 5-38 (1-6)

Rugby Corato – CUS Potenza Rugby: 17-31 (3-5)

Draghi BAT – Panthers Modugno: 29-0 (5-0)

ASD Foggia Rugby: riposo

ASD Rugby Foggia: 46 pt.

Rugby Rende: 38 pt. (pen. -8)*

CUS Potenza: 32 pt. (pen. -8)*

Rugby Corato: 18 pt.

Draghi BAT: 16 pt. (pen. -4)

Amatori Rugby Bitonto: 14 pt.

Panthers Modugno: -2 pt. (pen. -4)

*una partita in meno

N.B.: classifica modificata con la decurtazione a tutte le squadre dei punti conseguiti con l’Amatori Rugby Taranto.